Come lavare i denti con lo spazzolino elettrico

Lavare i denti è un gesto naturale e quotidiano che, con il tempo, abbiamo imparato a fare in modo quasi automatico. Fin da piccoli ci viene infatti insegnato a lavare i denti con l’aiuto di spazzolino e dentifricio, dopo i pasti principali e ogni qual volta mangiamo qualcosa di zuccherato, pena lo sviluppo delle tanto temute carie che possono compromettere la salute dentale.

Ma se è vero che lavare i denti è ormai un’abitudine acquisita, è anche vero che non sempre e non tutti laviamo i denti nel modo più corretto. Quello che potrebbe sembrare un gesto banale infatti, nasconde alcune criticità, sia che ci si lavi i denti con lo spazzolino classico che con quello elettrico. Anzi molto spesso si hanno dei dubbi su come lavare i denti con lo spazzolino elettrico e ci si chiede quale sia il modo più corretto per muovere lo spazzolino, le tempistiche di pulizia più efficaci e le modalità con cui utilizzarlo.
Non è raro infatti che chi passa dall’utilizzo dello spazzolino tradizionale a quello elettrico si rivolga al proprio dentista di fiducia chiedendo proprio come lavare i denti con lo spazzolino elettrico, in modo da fugare ogni possibile dubbio.
La pulizia dentale infatti è il primo fondamentale passo per avere denti e gengive sane e mantenere la salute del cavo orale, scongiurando problemi quali carie, gengiviti e altre patologie della bocca.
Ecco perché è fondamentale apprendere, fin da piccoli, il modo più corretto di lavarsi i denti e sapere come lavare i denti con lo spazzolino elettrico.
Vediamo nei prossimi paragrafi quali sono le differenze principali tra le due tipologie di spazzolini e come lavare i denti con lo spazzolino elettrico senza commettere errori.

Le differenze tra lo spazzolino classico e quello elettrico

Come si sceglie lo spazzolino più adatto alle proprie esigenze? Come ci si lava i denti nel modo giusto? Quanto bisogna spazzolare e in quale direzione, ma soprattutto come ci si lava i denti con lo spazzolino elettrico? Queste sono solo alcune delle domande che molti dentisti ricevono nei propri studi odontoiatrici. C’è infatti ancora un po’ di confusione sulle varie tipologie di spazzolini e soprattutto sul loro corretto utilizzo.

E’ bene però informarsi sempre in modo preciso sulle modalità con cui ci si lava i denti perché lavare i denti nel modo sbagliato può portare a diversi problemi. Innanzitutto se non viene eseguita una corretta pulizia quotidiana, il primo rischio è quello di sviluppare delle carie perché non vengono rimossi i batteri responsabili della loro formazione e anzi si apre la strada all’accumulo di placca che è la principale responsabile dei processi cariogeni. Lavare i denti con lo spazzolino elettrico o con quello tradizionale dipende da una scelta personale e da esigenze di vario tipo, ma va sempre fatto nel modo giusto. Infiammazioni gengivali causate da una pulizia disattenta, con conseguente accumulo di placca lungo i bordi gengivali o addirittura nelle tasche sotto-gengivali, possono evolvere in parodontiti. Ma anche il semplice sanguinamento dovuto ad un movimento di pulizia troppo energico va sempre evitato perché lavare i denti in quel modo può esporre anche a sviluppare una certa recessione gengivale.

Quali sono però le differenze tra lo spazzolino classico e quello elettrico e come lavare i denti con lo spazzolino elettrico?

Lo spazzolino classico o manuale deve essere mosso da noi, dunque il tempo di spazzolamento, l’inclinazione dello spazzolino, la direzione e il numero di “passate” su ogni dente dipendono da noi. Lo spazzolino elettrico invece effettua su ogni dente tra le 5.000 e le 30.000 oscillazioni, e questo garantisce una pulizia mediamente più profonda di quanto non avvenga quando si usa lo spazzolino manuale. Tuttavia a fare la differenza è soprattutto il tempo impiegato per lo spazzolamento ed i movimenti effettuati.
Vediamo però come lavare i denti con lo spazzolino elettrico nel modo corretto e quali sono le varie tipologie di spazzolino elettrico a disposizione.

Come lavare bene i denti con lo spazzolino elettrico e tipologie di spazzolino

Prima di vedere come lavare i denti con lo spazzolino elettrico dobbiamo ricordare che non tutti gli spazzolini elettrici sono uguali. Come ci sono in commercio spazzolini manuali con vari tipi di impugnature e setole, con varie grandezze e funzioni, allo stesso modo ci sono vari tipi di spazzolini elettrici. In particolar modo possiamo distinguere tra lo spazzolino roto-oscillante, quello pulsante e quello sonico.

A fare la differenza è il movimento della testina. Nello spazzolino roto-oscillante la testina combina un movimento rotante e oscillante. Come lavare i denti con lo spazzolino elettrico roto-oscillante? Passandolo delicatamente su ciascun dente in varie direzioni per qualche secondo.
Nello spazzolino pulsante, la testina oltre al movimento rotatorio e oscillante, aggiunge delle leggere pulsazioni ed è perfetto per rimuovere la placca più ostinata.

Infine nello spazzolino sonico la vibrazione è molto più veloce e può raggiungere le 12000-24000 micro-vibrazioni al minuto: questo tipo di spazzolino risulta essere molto adatto alla pulizia dei molari posteriori e dell’arcata interna, zone difficili per eccellenza; esso è delicato ma abbastanza rumoroso.

Ma come lavare i denti con uno spazzolino elettrico? E’ sufficiente mettere il dentifricio sulla testina, impugnarlo, accenderlo ed appoggiare la testina sulla superficie dei denti, muovendo lo spazzolino in senso verticale per un paio di secondi su ciascun dente. Sebbene sia elettrico infatti, non bisogna pensare che lo spazzolino faccia tutto da solo, è importante apprendere la tecnica corretta per poter effettuare una pulizia precisa e minuziosa in modo da ottenere tutti i benefici dell’utilizzo di questo tipo di spazzolino.

Sei sicuro di saper curare la tua igiene orale?

Scopri i consigli dei nostri dentisti e mettiti alla prova!

 

L’importanza di una pulizia professionale periodica
Spazzolino elettrico in azione

Anche se abbiamo compreso come lavare i denti con lo spazzolino elettrico nel modo più giusto, e siamo diventati anche piuttosto bravi nel suo utilizzo, non bisogna mai dimenticare che nessuno spazzolino può sostituire una seduta di pulizia professionale dal proprio dentista di fiducia.
Anche se ho compreso come lavare i denti con lo spazzolino elettrico, questo non potrà mai sostituire gli strumenti professionali utilizzati dal dentista durante le sedute di detartrasi, dunque non bisogna mai dimenticare che è necessario recarsi dal proprio dentista di fiducia periodicamente per sottoporsi a sedute di igiene professionale che possano rimuovere gli accumuli di placca e tartaro nel modo più efficace, prevenendo così carie, disturbi gengivali ed altre patologie del cavo orale.

Prenota la tua visita in uno dei nostri Centri

Verrai contattato in pochi minuti dal nostro servizio pazienti.
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Ti potrebbe interessare
Primo

Primo

Prenota la tua visita

Prenota la tua visita in uno dei nostri Centri

Compilando il form verrai contattato in pochi minuti dal nostro servizio pazienti.

Oppure chiamaci al numero verde 800959564

X
Chiudi il menu