Un dente devitalizzato può fare male?

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

I denti devitalizzati a volte possono fare ancora male, spesso i pazienti si chiedono come mai.

È importante distinguere due situazioni: quando il dente è appena stato devitalizzato e quando il dente inizia a provocare fastidio tempo dopo.

Quando un dente è appena stato devitalizzato è piuttosto normale che dia un po’ di fastidio, in quanto gli strumenti utilizzati possono portare materiale infetto oltre l’apice radicolare, questo si dissolve in qualche giorno.

Nel caso in cui il dente è devitalizzato da tempo, la situazione è differente.

Sei sicuro di sapere come curare la tua igiene orale? Mettiti alla prova con  il nostro test!

I denti hanno dei recettori di pressione che, se vengono stimolati oltre la soglia provocano una sensazione di dolore.

I recettori non vengono rimossi durante la devitalizzazione, viene rimossa solo la polpa del dente, per questo un dente devitalizzato subisce lo stesso dolore per le pressioni eccessive di un dente sano.

Allo stesso modo si può provare dolore quando vi è un’infiammazione in corso.

Ci possono essere quindi più situazioni in cui un dente devitalizzato provoca dolore:

  • Quando si sviluppa un’infezione sulla punta del dente, ciò può avvenire ad esempio quando rimangono dei batteri dopo la cura canalare.
  • Quando il dente sente continuamente una pressione eccessiva per le sue capacità.
  • Quando si infiamma il legamento che tiene uniti dente e osso.
  • Quando il dente si frattura.
  • Quando il dente subisce uno shock.
  • Quando si infiamma un nervo o un seno mascellare vicino al dente.

Quindi quando un dente devitalizzato fa male, non è sempre a causa di un cattivo trattamento, è importante recarsi dal proprio dentista per capire il reale motivo del fastidio.

test cura igiene orale

tommaso

tommaso

Questa è la Biografia di tommaso
Chiudi il menu