Sedazione cosciente in odontoiatria

L’obiettivo dell’anestesia odontoiatrica è quello di depotenziare sino ad azzerare la sensazione dolorosa del paziente in modo da permettere al dentista di intervenire al meglio. Non tutte le anestesie sono uguali e, a seconda dei casi, il dentista può optare per un’anestesia leggera e parziale o una più profonda e totale. Tutto dipende ovviamente dalla complessità dell’intervento da compiere e anche, in parte, dalla sensibilità del paziente. E’ possibile ricorrere ad una sedazione locale della zona da trattare o totale nei casi più importanti, ma con i progressi in ambito odontoiatrico ad oggi è possibile ricorrere ad una terza tipologia di sedazione, ovvero la sedazione cosciente.

Cos’è la sedazione cosciente in odontoiatria, come viene effettuata e quali sono i vantaggi per il paziente? Scopriamolo nei prossimi paragrafi.

Sei sicuro di saper curare la tua igiene orale?

Scopri i consigli dei nostri dentisti e mettiti alla prova!

Sedazione cosciente: cos’è

La sedazione cosciente viene chiamata anche sedo-anestesia e consiste in un’anestesia che induce nel paziente uno stato di profondo rilassamento associato ad amnesia e controllo del dolore. In poche parole, grazie alla sedazione cosciente, il paziente è consapevole del trattamento odontoiatrico ma è rilassato, non sente dolore e riesce al contempo a controllare ciò che sta avvenendo intorno a sé. Tuttavia, dopo l’intervento, il paziente non ricorderà nulla e dunque verrà rimossa anche quella sensazione di rivivere il trattamento odontoiatrico che, in alcuni, può risultare particolarmente stressante.

Inoltre, durante la sedazione cosciente, il paziente non perde la capacità di respirare autonomamente, né di mantenere i riflessi e di rispondere agli stimoli verbali o fisici. I vantaggi del ricorrere alla sedazione cosciente in odontoiatria sono molteplici perché questo tipo di anestesia può trovare ampio utilizzo in tutti quei casi di pazienti particolarmente ansiosi o impauriti, ma anche in quelli cardiopatici, ipertesi, epilettici e persino nei diversamente abili. La anestesia dal dentista permetterà loro di azzerare la parte emozionale negativa e lo stress legato alla permanenza sulla poltroncina del dentista. Ogni caso però va valutato a sé e, prima di ricorrere alla sedazione cosciente, sarà il dentista a valutare la possibilità di ricorrervi o meno.

Ci sono infatti alcune categorie di persone alle quali è sconsigliata la sedazione cosciente: tra queste ricordiamo le donne in stato interessante, non solo nei primi tre mesi, ma in generale durante tutta la durata della gravidanza perché la sedazione cosciente potrebbe indurre il parto anticipato. Da valutare con attenzione anche il ricorso a questo tipo di sedazione in caso di persone affette da problemi respiratori cronici di vario tipo, mentre la sedazione cosciente potrebbe essere totalmente sconsigliata a chi soffre di malattie gravi come l’enfisema polmonare e la sclerosi multipla.

Sedazione cosciente in implantologia

Sedazione cosciente in odontoiatria

La sedazione cosciente viene spesso praticata in caso di interventi di implantologia.
L’implantologia è infatti una pratica odontoiatrica che viene attuata quando il paziente ha la necessità di sostituire denti caduti per vari motivi, per colpa di carie non curate o per via di traumi improvvisi o ancora per problemi gengivali. Grazie alle tecniche di implantologia dentale infatti è possibile ristabilire la normale funzionalità masticatoria ed anche quella estetica. Tuttavia, per via della natura invasiva di questi interventi, la sedazione cosciente può ritenersi una valida opportunità. Durante gli interventi di implantologia infatti vengono coinvolte anche le strutture mascellari e mandibolari e dunque è essenziale che il paziente sia rilassato in modo da collaborare con l’odontoiatra.

Prima di procedere con la sedazione, l’anestesista si accerterà della storia clinica del paziente, di eventuali allergie ai farmaci e di raccogliere informazioni sul suo stato di salute, al fine di garantire una sedazione cosciente priva di controindicazioni.

Accertata la possibilità di ricorrere alla sedazione cosciente, verrà introdotta una cannula endovena al paziente con la quale gli verranno somministrati i farmaci scelti. Durante la sedazione cosciente verranno monitorati parametri vitali del paziente al quale, unitamente all’ossigeno, potrebbe essere somministrato per via inalatoria anche del protossido d’azoto. Un’alternativa è quella di somministrare al paziente per via orale un farmaco della famiglia delle benzodiazepine, ma è possibile anche utilizzare una tecnica mista unendo le tue tipologie di somministrazione.

La sedazione cosciente permetterà così al paziente di sottoporsi in piena tranquillità agli interventi di implantologia, affrontando al meglio anche il periodo post-intervento.

Prenota la tua visita in uno dei nostri Centri

Verrai contattato in pochi minuti dal nostro servizio pazienti.

Come avviene la pulizia denti con sedazione

Come accennato, la sedazione cosciente può trovare impiego non solo negli interventi più invasivi come quelli di implantologia dentale, ma anche in quelli più semplici. Nel caso ad esempio di pazienti con una bassa soglia del dolore la sedazione cosciente può essere utile anche nella semplice detartrasi.

La detartrasi, ovvero l’ablazione del tartaro, è un trattamento di pulizia profonda volto a rimuovere dalla superficie dei denti placca e tartaro, pulendo al contempo anche i bordi gengivali e gli spazi interdentali dove la placca tende ad accumularsi.

L’obiettivo della detartrasi naturalmente è quello di liberare la dentatura da placca e tartaro che potrebbero, se trascurati e non rimossi periodicamente, portare alla creazione di carie, infezioni gengivali e tutta una serie di disturbi odontoiatrici importanti. In questo caso, se le condizioni cliniche del paziente lo consentono, il dentista può ricorrere alla sedazione cosciente per alleviare qualunque tipo di fastidio legato alla pulizia profonda.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Ti potrebbe interessare
Primo

Primo

Prenota la tua visita

Prenota la tua visita in uno dei nostri Centri

Compilando il form verrai contattato in pochi minuti dal nostro servizio pazienti.

Oppure chiamaci al numero verde 800959564

X
Chiudi il menu